Il mercato del lavoro svizzero tocca un nuovo record:
quasi il 50 % in più di annunci di lavoro rispetto al 1° trimestre del 2021

 

 

 

Zurigo, 12 aprile 2022 – Nel 1° trimestre 2022 il numero di annunci di lavoro in Svizzera è aumentato del 47 % rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno, raggiungendo per la seconda volta consecutiva un livello record. Per le risorse umane le opportunità offerte dal mercato del lavoro locale sono così buone come non lo erano più da lungo tempo. Se in possesso delle competenze digitali tanto ricercate, i candidati troveranno le porte del mercato del lavoro spalancate. Questo è quanto rivela l’indagine scientifica dell’Adecco Group Swiss Job Market Index del Servizio di monitoraggio del mercato del lavoro svizzero dell’Università di Zurigo. 

BIP image

Malgrado le iniziali incertezze relative all’arrivo della variante Omicron verso la fine dello scorso anno e le persistenti strozzature nelle forniture internazionali, il mercato del lavoro svizzero è in piena forma. A partire dalla primavera 2021 si è registrato un aumento galoppante del numero degli annunci di lavoro. Rispetto al 4° trimestre 2021 c’è stato un aumento nel numero di posti di lavoro pubblicati del 7 %. Facendo un paragone con il 1° trimestre del 2021 l’aumento è addirittura di ben il 47 %. L’indice raggiunge così per la seconda volta consecutiva un livello record.

 

« La crescente domanda di personale qualificato può essere ricondotta al boom economico post coronavirus. Anche nel prossimo futuro le aziende si aspettano un ulteriore aumento della domanda e stanno pertanto ampliando le loro capacità di produzione e fornitura di servizi ».

 

Marcel Keller, Country Head Adecco Svizzera

 

Anche il Centro di ricerca congiunturale (KOF) dell’ETH* conferma un incremento sempre maggiore della domanda di forza lavoro. Secondo il KOF le aziende in tutti i settori pianificano un’espansione del loro organico. Molte sono le porte attualmente aperte alle risorse umane in possesso delle competenze particolarmente ricercate.

 

 

Focus puntato su: le competenze digitali negli annunci di lavoro svizzeri

 

Dall’inizio del millennio, la digitalizzazione avanza a pieno ritmo in molti settori. Ciò è chiaramente evidente anche nel mondo del lavoro. Le tecnologie digitali, ossia le tecnologie dell’informazione e della comunicazione (ICT), sono già normalità in quasi tutte le professioni. Il sopraggiungere della pandemia ha portato a un’ulteriore accelerazione della trasformazione digitale nella maggior parte dei settori dell’economia.

 

« I ricorrenti lockdown hanno costretto le aziende e i dipendenti a implementare in tempi rapidi le nuove tecnologie digitali per poter tenere in piedi la loro attività. Oggigiorno l’utilizzo delle varie tecnologie di comunicazione, gli acquisti tramite i canali online e i pagamenti senza contatto non sono più una novità. In seguito a questo trend di trasformazione e digitalizzazione, che si protrae da anni, anche le competenze nell’ambito delle nuove tecnologie digitali saranno anche in futuro un requisito sempre più richiesto ai dipendenti ».

 

Marcel Keller, Country Head Adecco Svizzera

 

 

ranking-digital img

Un’analisi degli annunci di lavoro svizzeri degli ultimi sette anni rivela che in quasi la metà degli annunci (49 %) le aziende richiedono almeno una competenza digitale. Spesso, tuttavia, sono richieste diverse skill contemporaneamente. Ciò a conferma del fatto che le competenze digitali sono molto ricercate sul mercato del lavoro. Per lo studio è stata fatta una distinzione tra sei tipi di competenze digitali: competenze digitali di base, Content Management, gestione delle reti, dei sistemi e dei dati, gestione del business digitale, sviluppo di software e tecnologie dell’informazione e della comunicazione specifiche del settore. (Troverete ulteriori informazioni sulle competenze digitali qui.)

 

In particolare le conoscenze di base nell’utilizzo delle tecnologie d’informazione e comunicazione sono sempre più richieste dalle aziende negli annunci di lavoro. Lo dimostra il confronto tra le sei competenze in tutti gli annunci pubblicati durante gli ultimi sette anni. Complessivamente, nel 31 % di tutti gli annunci vengono richieste competenze digitali di base. Le aziende esigono spesso anche competenze nel Content Management (23 %) e nella gestione delle reti, dei sistemi e dei dati (19 %). Nel complesso si osserva: più le competenze digitali sono generiche, più la relativa domanda tende ad essere elevata.

 

« La forte domanda di competenze digitali di base può essere ricondotta alla crescente trasformazione tecnologica che sta interessando l’intero mercato del lavoro. In molte professioni i processi operativi vengono costantemente digitalizzati. Mentre, ad esempio, un meccanico di automobili un tempo svolgeva il suo lavoro esclusivamente servendosi di un cacciavite e di una chiave dinamometrica, oggi il computer sta assumendo sempre più rilevanza quale strumento supplementare. Le competenze digitali di base rappresentano per i lavoratori la cassetta degli attrezzi che consente di rimanere flessibili nel mondo digitale. Pertanto le risorse in possesso di nozioni di base attinenti alle tecnologie e ai temi digitali sono sempre più ricercate ».

 

Yanik Kipfer, Servizio di monitoraggio del mercato del lavoro svizzero dell’Università di Zurigo

ranking image

Nota: troverete informazioni più dettagliate su come si compongono le categorie professionali qui.

Esaminando la domanda di competenze digitali all’interno delle categorie professionali, emerge un quadro ben chiaro. Per la maggior parte delle professioni le competenze digitali sono un requisito fondamentale. In sei delle undici categorie professionali esaminate in più della metà degli annunci si riscontra il fabbisogno di almeno una competenza digitale. A confronto, negli annunci di lavoro dell’anno 1990 le competenze digitali non compaiono quasi mai**.

 

Le competenze digitali vengono richieste soprattutto per le professioni SUP/ASP/UNI nell’area Informatica (ad esempio sviluppatori/trici di software, amministratori/trici di sistema o analisti/e di sistema). Il 99 % di tutti gli annunci di questa categoria professionale presuppone almeno una competenza digitale. Colpisce il fatto che, oltre che nelle professioni SUP/ASP/UNI dell’area Informatica, in altre due categorie professionali non accademiche la domanda di competenze digitali è particolarmente forte: si ricerca personale qualificato nelle aree Tecnica e Attività d’ufficio e amministrazione. Venivano richieste competenze digitali nel 66 % di tutti gli annunci per il personale qualificato nell’area della Tecnica (ad es. elettrotecnici/che, disegnatori/trici tecnici/che o ingegneri/e meccanici/che), mentre per il personale qualificato nell’area delle Attività d’ufficio e Vendita (ad es. project manager, impiegati/e di segreteria o agenti di commercio) esse erano richieste nel 65 % di tutti gli annunci. Viceversa nel 16 % di tutti gli annunci di lavoro pubblicati per il personale qualificato nell’area Edilizia e personale ausiliario (ad es. falegnami, gessatori/trici o lavoratori/trici ausiliari/e nel settore dei trasporti e dello stoccaggio) è richiesta pur sempre una competenza digitale. L’acquisizione di competenze digitali diviene quindi sempre più un requisito di base per l’esercizio della professione in tutte le categorie professionali, dal mondo accademico ai mestieri artigianali.  

 

Competenze digitali di base

 

Osservando la distribuzione delle competenze digitali nelle categorie professionali, si evince che le singole competenze hanno una rilevanza di diverso peso nelle varie categorie professionali. Tuttavia uno sguardo alle cifre conferma nuovamente che nella maggior parte delle categorie professionali vengono più frequentemente richieste competenze digitali di base. L’acquisizione di conoscenze tecnologiche generiche e di competenze applicative nell’utilizzo delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione è quindi utile per i dipendenti che finora non possiedono quasi nessuna competenza digitale.  

 

Content Management

 

Particolarmente richieste sono le competenze nel Content Management per le professioni SUP/ASP/UNI nell’area Informatica (58 %), per il personale qualificato nell’area Attività d’ufficio e amministrazione (41 %), per il personale qualificato nell’area Tecnica (32 %) e per le professioni SUP/ASP/UNI nell’area Economia (30 %).

 

Per le professioni SUP/ASP/UNI nell’area Informatica, si ricercano prevalentemente competenze nell’ambito dello sviluppo web (ad es. HTML, Responsive Web Design) e del controllo di versione (ad es. Git – un software che consente di gestire i codici software). Per quanto concerne il personale qualificato nell’area Attività d’ufficio e amministrazione e il personale qualificato nell’area Tecnica, d’altra parte, sono richieste soprattutto competenze nell’uso delle applicazioni di Microsoft Office. Nel caso delle professioni SUP/ASP/UNI nell’area Economia (ad es. personale qualificato in marketing e pubblicità, specialisti tecnici di vendita), le competenze nell’uso dei social media sono spesso richieste in aggiunta alle conoscenze nell’uso di Microsoft Office.

 

Gestione di reti, sistemi e dati 

 

Le competenze digitali nella gestione di reti, sistemi e dati sono indispensabili soprattutto per coloro che esercitano le professioni SUP/ASP/UNI nelle aree Informatica (81 %), Scienze naturali (29 %) ed Economia (24 %) nonché per i Manager (22 %).

 

Per le professioni SUP/ASP/UNI nell’area Informatica, la domanda di competenze per il digitale riguarda principalmente la gestione di banche dati, infrastrutture IT, server, ambienti cloud e sistemi Linux e Windows. Per quanto riguarda le professioni SUP/ASP/UNI nell’area Scienze naturali (ad es. fisici, ingegneri e matematici), c’è una forte richiesta di conoscenze nell’automazione degli edifici, nell’analisi dei dati e nello sviluppo di hardware. Per quanto riguarda invece le professioni SUP/ASP/UNI nell’area Economia e i Dirigenti, le aziende sono particolarmente interessate a risorse con conoscenze dei sistemi di Customer Relationship Management e analisi dei dati.

 

Management aziendale digitale 

 

Anche nell’ambito delle competenze per il management aziendale digitale, la domanda è particolarmente forte tra le professioni SUP/ASP/UNI nell’area Informatica (64 %), il personale qualificato nell’area Tecnica (24 %) e il personale qualificato nell’area Attività d’ufficio e amministrazione (24 %). Inoltre, le competenze in questo settore sono anche molto ricercate tra i dirigenti (23 %).

 

Nel caso delle professioni SUP/ASP/UNI nell’area Informatica, nei loro annunci di lavoro le aziende richiedono in particolare competenze nel supporto IT, nello specifico, supporto di livello 3, e nella fornitura di soluzioni software (ad es. Scrum, processi di sviluppo agili). Anche per quanto concerne il personale qualificato nell’area Tecnica si riscontra una domanda di competenze nel supporto IT (in questo caso soprattutto il supporto di livello 2) e nell’uso di software ERP. La conoscenza dei software ERP è rilevante anche per il personale qualificato nell’area delle Attività d’ufficio e amministrazione (SAP, Navision e Abacus sono menzionati frequentemente) e per i/le dirigenti. Anche le competenze nel marketing digitale (ad es. Search Engine Advertising e Search Engine Optimization) sono un requisito spesso richiesto ai dirigenti. 

 

Sviluppo di software 

 

I candidati in possesso di competenze nello sviluppo di software sono ricercati dalle imprese principalmente per le professioni SUP/ASP/UNI nelle aree Informatica (82 %) e Scienze naturali (29 %), ciò vale anche per il personale qualificato nelle aree Tecnica (23 %) e Industria e artigianato (16 %).

 

Mentre per le professioni SUP/ASP/UNI nell’area Informatica viene spesso richiesta la conoscenza dei linguaggi di programmazione Java, Javascript e C#, per le professioni SUP/ASP/UNI nell’area Scienze naturali vengono principalmente richieste conoscenze nei linguaggi di programmazione C e C++ e nell’uso di software di simulazione (ad es. Ansys). Al personale qualificato nell’area Tecnica, invece, vengono richieste conoscenze di programmazione in ambienti specifici CAD (ad es. MegaCAD und Plancal Nova). Anche il personale qualificato nell’area Industria e artigianato (ad es. micromeccanici/che, orologiai/e e polimeccanici/che) può essere avvantaggiato sul mercato del lavoro se in possesso di conoscenze di programmazione. 

 

ICT settoriali specifiche

 

Competenze ICT settoriali specifiche vengono spesso richieste dai datori di lavoro ai candidati per le professioni SUP/ASP/UNI nell’area Informatica (52 %), per le professioni SUP/ASP/UNI nell’area Scienze naturali (35 %), al personale qualificato nell’area Tecnica (32 %) e al personale qualificato nell’area Industria e artigianato (21 %).

 

Per quanto concerne le professioni SUP/ASP/UNI nell’area Informatica, le aziende richiedono frequentemente conoscenze in ambito eHealth, automazione nonché conoscenze nell’uso di software di gestione dei sistemi (ad es. System Center Configuration Manager), mentre al personale qualificato nell’area Tecnica viene spesso richiesta la conoscenza di software di progettazione assistita da computer (ad es. AutoCAD e Revit). Anche per le professioni SUP/ASP/UNI nell’area delle scienze naturali sono sempre più ricercati candidati in possesso di conoscenze nell’uso di software CAD 3D (ad es. SOLIDWORKS, Inventor o CATIA). Al personale qualificato nell’area Industria e artigianato, d’altra parte, viene prevalentemente richiesta la conoscenza dei sistemi di controllo numerico computerizzato (CNC) e della produzione assistita da computer (CAM).

 

 

 

Metodi e dati

 

In collaborazione con il Gruppo Adecco Svizzera e nel quadro dell’attuale pubblicazione Job Index, il Servizio di monitoraggio del mercato del lavoro svizzero dell’Istituto di sociologia dell’Università di Zurigo indaga sulle competenze digitali attualmente ricercate dalle aziende. Nei loro annunci di lavoro le aziende forniscono informazioni sulle caratteristiche, le abilità e le conoscenze necessarie e richieste per svolgere un determinato lavoro, con particolare enfasi su quei requisiti che non sono (ancora) dati per scontati (Salvisberg 2006). 

 

La presente pubblicazione, focalizzata sulle competenze digitali, distingue sei tipi di competenze digitali. Esse comprendono rispettivamente una serie di qualità e competenze che i potenziali dipendenti dovrebbero possedere:

 

Competenze digitali di base: conoscenze di base delle tecnologie ICT (ad es. nozioni generiche sull’uso del PC o su argomenti quali la digitalizzazione).

 

Content Management: conoscenza dei software e dei processi di creazione e modifica dei contenuti (ad es. MS Office, Photoshop, HTML o Social Media).

 

Gestione di reti, sistemi e dati: conoscenza dei processi e dei software per la gestione di dati, banche dati, sistemi operativi, infrastrutture IT o hardware (ad es. conoscenza delle infrastrutture IT, della gestione dei server e della gestione dei sistemi operativi).

 

Management aziendale digitale: conoscenza dei processi e dei software per il controllo aziendale digitale, ad esempio nell’ambito delle risorse umane, della contabilità, delle finanze o della gestione di magazzino (ad es. la conoscenza dei sistemi di Enterprise Resource Planning cioè di pianificazione delle risorse d’impresa come SAP). 

 

Sviluppo di software: conoscenza dei linguaggi e dei software di programmazione con i quali poter generare applicazioni ICT (ad es. Java, Python, C++).

 

ICT settoriali specifiche: conoscenze ICT settoriali specifiche relative al supporto digitale dei processi di lavoro e dei compiti tipici nei singoli settori (ad es. progettazione assistita da computer (CAD), controllo numerico computerizzato (CNC) o documentazione infermieristica elettronica). 

 

 

I risultati qui presentati si basano sui dati del Job Index (Adecco Group Swiss Job Market Index) per il periodo dal 1° trimestre 2015 al 1° trimestre 2022. Questi dati trimestrali raccolgono i dati delle dodici maggiori borse di lavoro svizzere. Inoltre, si basano su annunci di lavoro provenienti da quasi 1’500 siti web di aziende che rappresentano un campione randomizzato rappresentativo della Svizzera e stratificato per industria e dimensione dell’azienda. Le informazioni sulle competenze digitali sono state raccolte nell’arco di sette anni da annunci in lingua tedesca, francese, italiana e inglese, pubblicati da imprese con sede nella Svizzera tedesca e da imprese con sede nella Svizzera francese o italiana.

 

Comunicato stampa